Divani e traslochi

05/10/2017 AquaClean Technology

Finalmente hai trovato l'appartamento dei tuoi sogni. È il momento di lasciare il nido e iniziare una nuova avventura da soli (o anche in compagnia). Questo momento può essere una benedizione o una vera tortura. Noi ti consigliamo di prenderla con humour e filosofia perché, dopo un trasloco, avrai un sacco di storie interessanti da raccontare alle cene con gli amici.

Aqua

Collezioni Haruka 55 e Matsue 55 del Fashion Book 16 di Visual Textures by Aquaclean.

I traslochi hanno i loro vantaggi, ma anche degli inconvenienti. Se sei una persona ottimista, vedrai nel trasloco l'opportunità perfetta di riordinare la tua vita, disfacendoti di tutto quello che non vuoi o che non ti serve, per entrare nella tua nuova casa con un karma purificato.

Se al contrario, sei una persona negativa, che vede tutto grigio scuro, quasi nero, sarà dura. Il nostro consiglio: resta dove sei, perché la vivresti molto male.

Trasportare scatoloni su scatoloni (nonostante tu abbia fatto una bella pulizia, ma non è mai abbastanza) potrebbe essere faticoso, certo, ma i mobili? Che si tratti di letti, librerie, cassettiere, sedie, poltrone o divani, come facciamo?

Dunque, quello che si può smontare, smontalo, perché ti sarà molto più facile trasportarlo, accertandoti, quando lo rimonterai, di non avanzare nessuna vite. E per ciò che va spostato in un pezzo unico, fatti aiutare dagli amici, che a questo servono.

Aqua_1

Dunque, quello che si può smontare, smontalo, perché ti sarà molto più facile trasportarlo, accertandoti, quando lo rimonterai, di non avanzare nessuna vite. E per ciò che va spostato in un pezzo unico, fatti aiutare dagli amici, che a questo servono.

Dopo questa breve introduzione, e con il fine ultimo che tu possa goderti la tua nuova casa senza alcun contrattempo, ti proponiamo una serie di trucchi per rendere molto più sopportabile un trasloco, in modo che la star della tua casa, il tuo divano, arrivi sano e salvo a destinazione. Prendi nota.

Come si smonta il divano per un trasloco?

Nessuno conosce meglio di te il tuo divano, ma sai se è smontabile? Se non lo è, la strategia "aiuto + amici = divano + pizza" funziona sempre, quindi armati di un rotolo di plastica da imballaggi e metti mano all'agenda.

Aqua_2

Se per fortuna il tuo divano è di quelli che si smontano, tira pure un sospiro di sollievo, poiché il lavoro sarà molto più gestibile, ma non per questo più facile.

Innanzitutto, togli tutti i cuscini e le sedute possibili. In questo modo il peso sarà inferiore. E non dimenticare di imballarlo accuratamente, perché i traslochi sono sempre un lavoro molto sporco. Se si tratta di un divano tipo chaise longue, comincia a togliere la parte più lunga, che è quella da cui prende il nome. Se pensi che dimenticherai dove va ogni elemento, ti suggeriamo di farti un disegno o uno schema (meglio prevenire). Poi, aiutandoti con degli attrezzi, ad esempio i cacciaviti, dividi i componenti restanti con attenzione, in modo da non perdere nessun pezzo per strada.

Una volta fatto questo, possiamo procedere con la parte reclinabile dello schienale e i braccioli, se ci sono. In questo caso, tutto dipende dal produttore, poiché ciascuno usa un metodo costruttivo diverso per i suoi imbottiti, per abbassare o reclinare le testate o lo schienale vero e proprio. Uno dei trucchi è osservare le cuciture nella parte posteriore del rivestimento, poiché molti posizionano in questa zona tutte le leve e i vari elementi che rendono reclinabile il divano.

Decoracion4

Collezioni Haruka 55, Matsue 55, Mika 28 e Mika 55 del Fashion Book 16
di Visual Textures by Aquaclean.

Una volta fatto questo, possiamo procedere con la parte reclinabile dello schienale e i braccioli, se ci sono. In questo caso, tutto dipende dal produttore, poiché ciascuno usa un metodo costruttivo diverso per i suoi imbottiti, per abbassare o reclinare le testate o lo schienale vero e proprio. Uno dei trucchi è osservare le cuciture nella parte posteriore del rivestimento, poiché molti posizionano in questa zona tutte le leve e i vari elementi che rendono reclinabile il divano.

Carichiamo tutti gli elementi sul camion e via, alla volta della nostra nuova casa. Verifica di aver controllato tutte le parti più piccole, che di solito sono quelle che si perdono più facilmente cambiando casa, e soprattutto che il sofà sia ben protetto, affinché non subisca colpi e danni lungo la strada.

Come rimontare il divano?

Finalmente sei nella tua nuova casa, che bello! Ma bisogna ancora togliere tutti gli imballi e rimontarlo. Fallo un elemento alla volta, via via che ti servono le varie parti. Evitiamo di impazzire ammucchiando tutte le tessere del puzzle insieme, perché potremmo fare confusione.

Aqua_3

Collezione Naomi 316 del Fashion Book 16 di Visual Textures by Aquaclean.

Come quasi sempre in questa vita, vale più l'ingegno che la forza, quindi armati di pazienza e torna a unire i vari pezzi uno dopo l'altro, facendo attenzione a non tralasciarne nessuno.

In ogni modo, bisogna ammettere i propri limiti e se vedi che non riesci neppure a tagliare il nastro adesivo dell'imballo, è meglio che ti circondi di amici tuttofare che facciano il lavoro sporco al posto tuo, oppure fallo fare direttamente a pagamento. Te lo dico per esperienza, in questo modo non sbagli mai.